“Nazioni”, basta la parola.

ambassador_italia whiteSe ami il motocross, la madre di tutte le gare non puoi che adorarla. C’è profumo di Olimpiade, con tutte quelle bandiere, quei colori nazionali, quello spirito diverso da un normale appuntamento del mondiale. La prima volta, per il sottoscritto, 30 anni fa, a Maggiora, un ricordo vivissimo ancora oggi. Il grande evento era nell’aria, per una grande opera di promozione da parte degli organizzatori.

Le formazioni annunciate facevano subito capire che in quel week-end avremmo visto all’opera tutti i migliori piloti al mondo. Fu un’emozione incredibile, varcare il cancello di una pista magica da inviato di “Grand Prix”, la storica trasmissione di motori di Italia Uno che quell’anno aveva cominciato a dedicare parecchio spazio al motocross.

Ancora più emozionante avvicinare i mostri sacri, i piloti USA, David Bailey, Ricky Johnson e Johhny O’Mara, per scoprire ragazzi semplici e alla mano, felici e un po’ stupiti di ritrovarsi al centro dell’attenzione in un ambiente così “caldo”. Non c’era tifo per quella squadra o per l’altra. Certo, non mancava il sostegno ai nostri, Michele Rinaldi, Corrado Maddii e Massimo Contini, ma l’entusiasmo del pubblico stringeva in un ideale abbraccio tutti i protagonisti di quella gara. Non ce ne rendemmo conto, quel giorno, così presi da un’atmosfera magica.

Il “Nazioni” di Maggiora sarebbe diventato uno degli eventi più importanti nella storia di questo meraviglioso sport. Negli anni seguenti, a Unadilla Valley, negli USA, poi in Francia, Germania, Svezia e Olanda, non avremmo più rivissuto quegli istanti di quello che si può tranquillamente definire “rito collettivo”, con momenti di rara intensità agonistica ed emotiva. La collina del Mottaccio del Balmone non presentava un buco libero, quei 40.000 malati di cross erano lì, forse non si rendevano nemmeno conto di quello che stava succedendo al discesone, al ferro di cavallo, alla scollinata dove “The Little Professor” Bailey piazzava dei salti da urlo che prefiguravano il freestyle. Che storia, ragazzi, che giornata!

Gli americani a fare il loro mestiere, ovvero vincere, ma che bello vedere gli Azzurri a lottare per il podio, a contendere agli inglesi il secondo posto, perché ovviamente il primo non era in discussione. C’era da correre come dei matti lungo la pista per fissare con il cameraman i momenti più intensi, le fasi più interessanti di tre manche una più bella dell’altra. E poi, quell’arrivo in parata di Johnson e Bailey, l’impennata liberatrice di Michele Rinaldi a suggellare il podio azzurro, una pacifica invasione di pista per partecipare alla cerimonia del podio.

Quanti ne abbiamo visti in seguito, quante bandiere a scacchi. Ma il gusto di quel “Nazioni” a Maggiora è rimasto speciale, per tutto quello che una giornata memorabile ha rappresentato per il pubblico che era presente in pista e per lo sport più bello e più duro. E naturalmente per chi scrive queste note, che non mancherà all’appuntamento del trentennale, con un po’ di capelli in meno ma con tutto l’entusiasmo di allora.

Alberto Porta, giornalista

 

Guarda l’intervista ad Alberto Porta

MXoN 30th Anniversary Ambassador Program

L’eredità di un glorioso passato rappresenta per Maggiora una lunga storia di motori da raccontare, dagli anni ‘80, ai capitoli più recenti della storia del Motocross, fino al 2016.

Maggiora Park vuole celebrare il 30° anniversario come il circuito stesso e il Nazioni si meritano: un programma Ambassador con la creazione di contenuti e appuntamenti speciali insieme agli idoli di allora e ai protagonisti di oggi.

Una selezione dei principali piloti e personaggi del cross di tutti i tempi saranno ambasciatori del trentennale, collaborando nella produzione di contenuti specifici, interviste, racconti sulla storica gara di Maggiora dell’86, video del nuovo tracciato, una photo gallery dedicata, dietro le quinte, celebrazioni in circuito durante il weekend dell’evento, attività di comunicazione, web e social media, e molto altro ancora.

30th anniversary Ambassadors

Pascal Haudiquert

Pascal Haudiquert

SCOPRI
Pascal Haudiquert
Max Nagl

Max Nagl

SCOPRI
Max Nagl
Alessandro Puzar

Alessandro Puzar

SCOPRI
Alessandro Puzar
Johnny O’Mara

Johnny O’Mara

SCOPRI
Johnny O’Mara
David Bailey

David Bailey

SCOPRI
David Bailey
Jean-Michel Bayle

Jean-Michel Bayle

SCOPRI
Jean-Michel Bayle
Antonio Cairoli

Antonio Cairoli

SCOPRI
Antonio Cairoli
Joël Smets

Joël Smets

SCOPRI
Joël Smets
Ricky Carmichael

Ricky Carmichael

SCOPRI
Ricky Carmichael
Jeffrey Herlings

Jeffrey Herlings

SCOPRI
Jeffrey Herlings
Tim Gajser

Tim Gajser

SCOPRI
Tim Gajser
Chad Reed

Chad Reed

SCOPRI
Chad Reed
Roberto Ungaro

Roberto Ungaro

SCOPRI
Roberto Ungaro
Pit Beirer

Pit Beirer

SCOPRI
Pit Beirer
Ben Townley

Ben Townley

SCOPRI
Ben Townley
Michele Rinaldi

Michele Rinaldi

SCOPRI
Michele Rinaldi
Massimo Contini

Massimo Contini

SCOPRI
Massimo Contini
Corrado Maddii

Corrado Maddii

SCOPRI
Corrado Maddii
Stefan Everts

Stefan Everts

SCOPRI
Stefan Everts
Alberto Porta

Alberto Porta

SCOPRI
Alberto Porta
Giulio Gori

Giulio Gori

SCOPRI
Giulio Gori
Jeremy McGrath

Jeremy McGrath

SCOPRI
Jeremy McGrath
Giuseppe Luongo

Giuseppe Luongo

SCOPRI
Giuseppe Luongo